CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Frequenza cardiaca a riposo (RHR) come predittore indipendente di tutte le cause e mortalità cardiovascolare

Fonte: Eur Heart J (2010) 31 (24): 3040-3045.

La frequenza cardiaca a riposo (RHR) sembra essere un predittore indipendente di tutte le cause per mortalità cardiovascolare. L'Euro Heart Survey sul diabete e il Cuore descrive l'associazione tra RHR ed eventi cardiovascolari (CVE) in pazienti con malattia coronarica (CAD) con e senza diabete. Tra 2.608 pazienti con CAD stabile, 780 (30%) erano affetti da diabete mellito (DM). La frequenza cardiaca a riposo è stata registrata in 2.507 (96%) pazienti: 1.756 (96%) senza e 751 (96%) con DM. I pazienti sono stati seguiti per quanto riguarda CVE (tutte le cause di mortalità, infarto non fatale del miocardio e ictus) per 1 anno. Nel complesso, RHR mediana è stata di 70 (62-78) bpm. Il quartile per la stratificazione RHR è risultato significativamente associato con le conseguenze nella popolazione generale ( p = 0.002 e  p=0,021 per la sopravvivenza e CVE, rispettivamente), mentre ciò non si è potuto verificare in pazienti senza diabete. Nei pazienti con diabete mellito, il quartile RHR correla con la sopravvivenza ( P = 0,032). In un modello di regressione in pazienti senza diabete, RHR non associa né con la sopravvivenza [hazard ratio (HR): 0,97, intervallo di confidenza al 95% (CI): 0,74-1,27; P = 0,804], né con CVE (HR: 0,85, 95% CI: 0,71-1,01, p = 0,068). Al contrario, un aumento del 10 bpm in RHR è stato associato in modo indipendente alla sopravvivenza (HR: 1,34, 95% CI: 1,06-1,69, p = 0,015), ma non con CVE (HR: 0,99, 95% CI: 0,84-1,18; P = 0,359) nei pazienti con DM.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA