CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La trimetazidina è efficace nei pazienti con insufficienza cardiaca

Fonte: Heart DOI:10.1136/hrt.2010.208751.

Questa è la conclusione a cui sono giunti i ricercatori della Xi'an Jiaotong University in Cina coordinati dal dott. Dengfeng Gao che hanno pubblicato i dati ricavati da una analisi sistematica della letteratura (Pubmed, Cochrane Central Registry of Clinical Trials e EMBASE) al fine di individuare i trial randomizzati e controllati riguardanti l’uso della trimetazidina in pazienti con insufficienza cardiaca (HF) tra il 1966 e il maggio 2010. Sono stati identificati 17 studi clinici con i dati riguardanti 955 pazienti. Dall’analisi degli studi la trimetazidina è stata associata ad un significativo miglioramento della frazione di eiezione nei pazienti con HF sia dovuta ad ischemia (differenza media con placebo, 7,37%, p<0,01) che di altra origine (8,72% p<0,01). I pazienti trattati con trimetazidina hanno avuto una riduzione significativa del volume telesistolico del ventricolo sinistro (10,37 ml, p<0,01), un miglioramento significativo della classe NYHA (0,41; p< 0,01) e della durata dell’esercizio (30,26 sec; p<0,01). Altri dati molto rilevanti riguardano l’effetto che la trimetazidina produce su tutte le cause di mortalità (RR 0,29, p<0,00001), sugli eventi cardiovascolari e ospedalizzazione riducendoli tutti in modo significativo (RR 0,42, p<0,00001).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA