CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L'intervallo elettromeccanico atriale: un utile predittore indipendente di recidiva di FA

Fonte: Heart 2011;97:225-230 doi:10.1136/hrt.2010.212373.

L’IEA (intervallo elettromeccanico atriale) si è dimostrato un utile predittore delle recidive di FA (Fibrillazione Atriale) oltre che del processo di rimodellamento atriale sinistro, dell’allargamento dell’atrio sinistro, del prolungamento del suo tempo di attivazione e della riduzione del suo voltaggio. Infatti, in questo studio condotto dal dott. Tze-Fan Chao e dai suoi colleghi sono stati arruoalti 132 pazienti con FA parossistica che venivano sottoposti ad ablazione. Prima dell’isolamento delle vene polmonari, ai soggetti in studio venivano misurati il voltaggio dell’atrio sinistro, il suo tempo di attivazione totale e l’IEA, considerato come l’intervallo dall’inizio dell’onda P al picco dell’onda A misurata al Doppler pulsato del flusso trans mitralico. Dai risultati dello studio è stato dimostrato che l’IEA è significativamente correlato con la dimensione atriale sinistra (p=0,003), il volume atriale sinistro (p<0,001), il voltaggio atriale sinistro (p<0,001) e il tempo di attivazione atriale sinistro(p<0,001). Inoltre, ad una analisi di sopravvivenza di Kaplan-Meier un lungo IEA è risultato utile nel predire in modo significativo la recidiva di FA ad un follow-up di 23 ± 13 mesi.

Scarica allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA