CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Exenatide insieme a insulina glargine per migliorare il controllo glicemico

Fonte: Ann Intern Med 2011; 154 (2): 103-112.

Questo studio ha valutato se due iniezioni giornaliere di exenatide possano ridurre il valore di emoglobina glicata (HbA1c) più di placebo in soggetti in trattamento con insulina glargine. In questo studio sono stati arruolati pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2 con un valore di HbA1c compreso tra 7,1% e 10,5% in trattamento con insulina glargine da sola o combinata con metformina o pioglitazone (o entrambi). I pazienti sono stati randomizzati ad assumere exenatide, 10 µg due volte al giorno, o placebo per 30 settimane. 112 dei 138 pazienti in trattamento con exenatide e 101 dei 123 pazienti in trattamento con placebo hanno completato lo studio. Il valore di HbA1c si è ridotto di 1,74% con exenatide e di 1,04% con placebo (differenza tra i due gruppi -0,69%; P<0,001). Il peso corporeo è calato di 1,8 kg con exenatide e aumentato di 1,0 kg con placebo. Il tasso di ipoglicemie è stato simile nei due gruppi. 13 pazienti con exenatide e 1 nel gruppo placebo hanno abbandonato lo studio per eventi avversi (P<0,010): nausea (41% vs 8%), diarrea (18% vs 8%), vomito (18% vs 4%), emicrania (14% vs 4%), e costipazione (10% vs 2%) erano più frequenti con exenatide rispetto a placebo. Quindi aggiungere due iniezioni al giorno di exenatide migliora il controllo glicemico senza aumentare il numero di ipoglicemie o il peso corporeo in soggetti con diabete mellito di tipo 2 scarsamente controllato con insulina glargine.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA