CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Coronarografia nella SCA-NSTEMI: prima è meglio?

Fonte: European Heart Journal online.

Nell’infarto miocardico acuto senza sopraslivellamento del tratto ST (NSTEMI) la strategia invasiva si è mostrata più efficace rispetto ad una strategia conservativa con la sola terapia medica; tuttavia, non è ancora noto quale sia il timing migliore per eseguire l’angiografia coronarica (precoce o ritardata). Questa metanalisi ha incluso i dati di 4 trial (ABOARD, ELISA, ISAR-COOL, TIMACS) per un totale di 4.013 pazienti. Il tempo mediano passato dal ricovero alla coronarografia è stato di 1-14 ore per la strategia d'intervento precoce e di 20-86 ore per la strategia più tardiva. Non si sono osservate differenze significative in termini di mortalità (random effects risk ratio (RR) 0.85, 95% CI 0.64–1.11) o infarto miocardico (RR 0.94, 95% CI 0.61–1.45) tra le due strategie. La coronarografia precoce ha ridotto il rischio di ischemia ricorrente (RR 0.59, 95% CI 0.38–0.92, P=0.02) e la durata della ospedalizzazione (riduzione del 28%, 95% CI 22–35%, P<0.001).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA