CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La TAVI riduce il rischio di ictus cerebrali?

Fonte: J Am Coll Cardiol. 2011;57(1):18-28.

In questo studio è stata confrontata l’incidenza di ictus cerebrali periprocedurali in corso di sostituzione valvolare aortica transcatetere per via femorale (TF) o transapicale (TA). L’approccio transapicale evita il passaggio di cateteri di grosse dimensioni attraverso l’aorta e pertanto dovrebbe portare ad una riduzione degli eventi embolici cerebrali. I pazienti arruolati (n=60, TF=29, TA=31) sono stati sottoposti a RMN cerebrale il giorno prima della procedura e dopo 6 giorni. E’ stato documentato un evento embolico cerebrale in 41 pazienti (68%) alla RMN eseguita 4±1 giorni dopo la procedura, di cui 19 pazienti nel gruppo TF (66%) e 22 nel gruppo TA (71%; p=0.78). La maggior parte dei pazienti (78%) con nuove lesioni ischemiche presentavano multiple lesioni (mediana di 3 per paziente). Nessun fattore clinico o procedurale è risultato predittore di nuove lesioni ischemiche. Solo 2 pazienti (3.3%) hanno sviluppato un ictus ischemico clinicamente evidente nele 24 ore successive alla procedura (1 per ciascun gruppo). La TAVI sembrerebbe quindi associata ad un significativo tasso di eventi cerebrali embolici silenti, senza differenze tra i due tipi di approccio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA