CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Conservazione a freddo con istidina-triptofano-chetoglutarato

Fonte: European Heart Journal Volume32, Issue4Pp. 509-516.

La conservazione a freddo con una nuova soluzione di conservazione istidina-triptofano-chetoglutarato (HTK) è stata confrontata con la soluzione HTK tradizionale in un modello di trapianto cardiaco del topo, con lo scopo di valutare l'impatto degli ioni cloruro e dei chelanti del ferro. Dopo 24 h di ischemia fredda, cuori conservati con tradizionale HTK sono sopravvissuti fino a 13 giorni (4,4 ± 1,7 giorni; n = 8). Cuori conservati nella nuova soluzione senza chelanti del ferro (N46) hanno presentato significativamente una sopravvivenza fino a 2 mesi (N46: 11.9 ± 8.7 giorni, p<0,01; n = 7) e con chelanti del ferro (DesfLK) fino a 3 mesi (N46 DesfLK : 12,7 ± 13,7 giorni; n = 6). Il tempo per la ripresa di contrazione era significativamente più breve con la nuova soluzione (HTK: 14.5 ± 5.9 min, N46: 9,2 ± 2,7 min, N46 DesfLK: 7.1 ± 3.7 min, P <0,01). La nuova soluzione ha significativamente diminuito il rilascio di creatina chinasi (HTK: 25.998 ± 8.471 U / L, N46: 13.829 ± 7.679 U / L, N46 DesfLK: 3093 ± 597 U / L; P <0,01 e n = 7 ciascuno) e lattato deidrogenasi (HTK: 5.391 ± 1.062 U / L, N46: 3.428 ± 1.890 U / L, P <0,05; N46 DesfLK: 682 ± 344 U / L, P <0,01) ed una ha dimostrato la diminuzione di lesioni istologiche. Una variante della nuova soluzione povera di cloruro ha dimostrato una sopravvivenza inferiore per il trapianto. Si evince perciò che la presenza di ioni cloruro è di fondamentale importanza per la conservazione del cuore.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA