CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L'eparina a basso peso molecole dopo chirurgia valvolare cardiaca è efficace e sicura con minore effetti collaterali rispetto all’eparina non frazionata

Fonte: AJC 107, 4, 591-594.

Queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori coordinati dalla dott.ssa C.Bucci dell’Università di Toronto. Anche se l'eparina non frazionata (UFH) è ancora usata di routine dopo l'intervento cardiochirurgico di sostituzione valvolare, pazienti sottoposti a tale chirurgia presentano un rischio particolarmente elevato di sviluppare trombocitopenia indotta da eparina (HIT). I ricercatori hanno voluto confrontare l'efficacia e la sicurezza dell’eparina a basso peso molecolare (LMWH) con l’UFH dopo intervento cardochirurgico valvolare effettuando una valutazione retrospettiva di 100 pazienti consecutivi trattati nel post operatorio con dalteparina. Tale gruppo è stato confrontato con un precedente gruppo di 103 pazienti trattati con UFH. Nel complesso, ci sono stati un minor numero di eventi trombotici nel gruppo trattato con LMWH rispetto al gruppo trattato con UFH (rispettivamente 4% vs 11%, p=0.11). Inoltre, c'è stata una maggiore incidenza di episodi di sanguinamento nel gruppo trattato con UFH (10% vs 3%, p=0,08). Sei pazienti nel gruppo trattato con UFH ha sviluppato HIT, 4 dei quali hanno avuto eventi trombotici (HIT con trombosi). Nel gruppo trattato con LMWH, 3 pazienti hanno sviluppato HIT, uno dei quali con trombosi.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA