CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il flushing impedisce di agire sulle HDL con niacina...ora non più!!

Fonte: Conoscere e Curare il Cuore 2011, Firenze.

Purtroppo l'acido nicotinico agisce anche su specifici recettori posti nel derma, causando vasodilatazione e provocando arrossamento. Questo effetto di niacina è talmente ordinario da impedirne l'uso regolare anche quando in formulazione retard. Ora con la formulazione di niacina + laropiprant, inibitore delle prostaglandine che consente di evitare l'effetto flushing della niacina, possiamo finalmente ambire ad aumentare le HDL anche più del 20% quando utilizzata in monoterapia o, addirittura, del 30% quando abbinata con simvastatina. Da non tarscurare il beneficio anche sul Lp(a), lipoproteina che incide profondamente ed in modo indipendente sull'arteriosclerosi e quindi sul rischio CV. Sul beneficio della niacina, già il Coronary Drug Project aveva dimostrato una riduzione degli eventi maggiori CV grazie all'innalzamento delle HDL e alla riduzione delle Lp(a). Prossimamente lo studio HPS2-THRIVE ci dirà se l'associazione simvastatina + niacina/laropiprant in 25.000 pazienti ad alto rischio CV sarà in grado di ridurre gli eventi maggiori CV.

{jcomments off}
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA