CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Anche le aspettative del paziente contano nel migliorare la sopravvivenza nella coronaropatia ostruttiva!

Fonte: Arch Intern Med. 2011 Feb 28. doi:10.1001/archinternmed.2011.41.

Le aspettative del paziente riguardo la possibilità di guarigione hanno mostrato di avere conseguenze sia sul piano fisico che sociale. Questo studio ha valutato come le aspettative relative alla prognosi di pazienti sottoposti ad un’angiografia coronarica possano influenzare la sopravvivenza a lungo termine e lo stato fisico dopo un anno. I pazienti con una coronaropatia ostruttiva significativa sono stati intervistati mentre erano in ospedale e arruolati nel follow-up. Lo stato fisico è stato valutato al basale e dopo un anno usando questionari che riflettono le capacità fisiche. Si sono verificate 1.637 morti in totale, 885 per cause cardiovascolari, in 2.818 pazienti arruolati in questa analisi. Le aspettative risultavano positivamente associate con la sopravvivenza: per una differenza pari ad un interquartile di aspettativa, l’hazard ratio (HR) per la mortalità totale è risultato 0.76 (95% intervallo di confidenza [CI], 0.71-0.82) e 0.76 (95% CI, 0.69-0.83) per la mortalità cardiovascolare. L'HRs è risultato 0.83 (95% CI, 0.76-0.91) e 0.79 (95% CI, 0.70-0.89) dopo ulteriore aggiustamenti per covariate demografiche e psicosociali. Associazioni simili sono state osservate per lo stato funzionale. Quindi le aspettative su un buon recupero al basale sono positivamente associate con una maggiore sopravvivenza a lungo termine e ad un migliore stato funzionale in pazienti affetti da coronaropatia.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA