CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La curva da carico è ancora utile per diagnosticare il diabete?

Fonte: Eur J Heart Fail 2011; 13(3): 319-326.

Lo scopo di questo studio è stato valutare l’applicabilità e l’importanza prognostica di una curva da carico di glucosio (OGTT) tra pazienti ambulatoriali con scompenso cardiaco sinistro (SHF). Sono stati arruolati 413 pazienti con SHF e una frazione di eiezione ventricolare sinistra (LVEF) ≤45%. Di questi 413 soggetti, 82 (20%) avevano un diabete noto. Dei rimanenti 331 pazienti, 227 (69%) si sono sottoposti a OGTT. Tra i soggetti testati 136 (60%) avevano una normale tolleranza agli idrati di carbonio (NGT), 51 (23%) un’alterata tolleranza agli idrati di carbonio (IGT) e 40 (18%) un diabete franco. Assumendo una prevalenza simile di diabete misconosciuto tra i pazienti che si sono rifiutati di sottoporsi all’OGTT, la prevalenza di diabete nella popolazione generale è risultata del 34%. Se fosse stata usata solo la glicemia a digiuno, 16 dei 40 nuovi casi di diabete non sarebbero stati diagnosticati. Durante il follow-up 24 (29%) pazienti con diabete noto, 6 (15%) dei nuovi casi di diabete, 9 (18%) di quelli con IGT e 13 (9%) dei pazienti non diabetici sono morti. I pazienti con diabete avevano un tasso di mortalità più alto rispetto ai pazienti non diabetici [hazard ratio multi-variato 1.89 (1.02-3.59); P=0.047]. In conclusione, quindi, è ancora fattibile usare un’OGTT come screening nei pazienti ambulatoriali con SHF. Una buona percentuale di pazienti testati, infatti, è risultata diabetica e la presenza di diabete è risultata associata a un più alta mortalità.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA