CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il diabete può causare una cardiopatia subclinica?

Fonte: Am J Cardiol 2011; 107 (4): 615-621.

I pazienti con diabete mellito di tipo 2 (T2DM) potrebbero avere una disfunzione miocardica identificata a riposo o smascherata durante un esercizio fisico. Questo studio ha esaminato la risposta del miocardio all’esercizio fisico nei pazienti con T2DM. La disfunzione miocardica è stata valutata durante riposo e durante esercizio in 167 pazienti sani con T2DM (97 uomini, 55 ± 10 anni). L’ischemia miocardica è stata esclusa usando un’ecocardiografia sotto stress. Le misure ottenute attraverso un’ecocardiografia standard e un Doppler tissutale sono state acquisite al basale e al picco dello sforzo. I dati clinici, antropometrici e metabolici sono stati raccolti al basale e dopo esercizio. La disfunzione miocardica subclinica al basale (n=24) è risultata indipendentemente associata con il peso (odds ratio [OR] 1.02, p = 0.04) e l’emoglobina glicata (OR 1.36, p = 0.03). La disfunzione miocardica inducibile è stata identificata dopo esercizio in 70 dei rimanenti 143 soggetti. Un non adeguato controllo glicemico nei pazienti con T2DM è stato associato con una disfunzione miocardica a riposo, ma non sotto sforzo. Quindi l’associazione di un’anormale risposta allo stress con fattori non metabolici, suggerisce un potenziale ruolo della fibrosi miocardica e della neuropatia autonomica cardiaca in pazienti con una cardiopatia non ischemica diabetica.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA