CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il monitoraggio remoto aumenta l’efficacia diagnostica del LoopRecorder

Fonte: Europace (2011) 13 (3): 431-437.

Il monitoraggio remoto aumenta l’efficacia diagnostica del Reveal, limitando il rischio di saturazione della memoria a causa dell’alto numero delle false rilevazioni e riducendo il tempo di diagnosi e sia il LR (LoopRecorder) che il protocollo di monitoraggio CareLink erano ben accettati e tollerati dai pazienti che li consideravano utili. Queste sono le conclusioni a cui è giunto il dott Toshiyuki Furukawa ed i suoi colleghi che hanno arruolato 47 pazienti (27 maschi di età media tra 64 ± 19 anni), seguiti ad un followup a 20 ± 13 settimane, di cui 34 (il 68%) hanno avuto almeno una registrazione ECG di un vero evento e 38 pazienti (81%) hanno avuto almeno un falso evento aritmico (principalmente una falsa asistolia o tachicardia ventricolare). Il tempo medio dall’impianto del LR al rilevamento ECG del primo vero evento era 28 ± 49 giorni, che corrispondevano a 71 ± 17 giorni in meno rispetto al metodo di diagnosi clinica mediante follow-up ambulatoriale. Senza il monitoraggio remoto CareLink in 21pazienti (45%) poteva essere misconosciuto un evento diagnostico per saturazione della memoria. Buona era la compliance dei pazienti ed anche se 1 su 5 aveva qualche resistenza psicologica in più sull’impianto del LR, tutti accettavano bene il monitoraggio remoto CareLink e lo ritenevano semplice da usare.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA