CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Meno eventi cardiovascolari e migliore FE se si mantiene il ritmo sinusale dopo procedura di Maze in pazienti operati per valvulopatia mitralica

Fonte: Heart and Vessels, DOI: 10.1007/s00380-011-0117-5.

Queste sono le conclusioni a cui sono giunti il dott. Y. Fukuda della Kurume University, Giappone, e i suoi collaboratori. Sebbene la procedura di Maze rappresenti un trattamento chirurgico per la fibrillazione atriale (AF) in combinazione con la chirurgia della valvola mitralica, l'efficacia a lungo termine di tale procedura non è stata determinata. Pertanto, i ricercatori hanno voluto valutare l’efficacia a lungo termine dell’ablazione secondo Maze sulla funzione ventricolare sinistra nei pazienti con fibrillazione atriale persistente associata a valvulopatia mitralica. Sono stati arruolati 38 pazienti, valutati al basale e dopo 6 anni mediante il rapporto cardiotoracico misurato sulla radiografia del torace e la dimensione atriale sinistra, la dimensione ventricolare sinistra telediastolica e telesistolica e la frazione di eiezione mediante ecocardiografia. Dopo la procedura 22 pazienti hanno mantenuto il ritmo sinusale (gruppo RS) mentre 16 pazienti hanno avuto una recidiva di fibrillazione atriale permanente (gruppo FA). La funzione cardiaca preoperatoria ed i metodi di chirurgia mitralica erano simili tra i due gruppi. Al follow-up, la funzione ventricolare sinistra era tendenzialmente migliore nel gruppo RS rispetto al gruppo FA, inoltre, eventi cardiovascolari si sono verificati più frequentemente nel gruppo FA (50% vs 18%, p<0,05).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA