CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Dronedarone: analisi post-hoc dello studio ATHENA

Fonte: Am J Cardiol 2011; 107: 1019-1022.

Vi presentiamo un'analisi post-hoc dello studio ATHENA, studio randomizzato e controllato, che ha evidenziato che il trattamento con dronedarone 400 mg due volte al giorno è stato accompagnato da un significativo calo di incidenza di ospedalizzazioni per cause cardiache e di mortalità. Lo scopo di questa nuova analisi è stato di valutare le proprietà del dronedarone sia per le sue qualità antiaritmiche sia per le sue eventuali proprietà nel setting di rate-control. Nello studio 2.301 pazienti sono stati randomizzati a dronedarone e 2.327 a placebo. Nel gruppo dronedarone si sono osservate meno cardioversioni elettriche (15% vs 21%, p<0.001), meno pazienti con fibrillazioni atriali permanenti (7.6% vs 12.8%, p<0.001) e minor incidenza di recidive di aritmie (Hazard Ratio: 0.749, IC 95% 0.681-0.824: p<0.001). Al momento delle recidive di fibrillazione atriale la frequenza cardiaca media del gruppo dronedarone è stata di 85,3 bpm vs  i 95,5 del gruppo placebo (p<0.001), evidenziando anche proprietà di controllo della frequenza cardiaca media in caso di recidiva dell’aritmia e spiegando in parte gli effetti clinici positivi del farmaco evidenziati nello studio ATHENA.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA