CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Durante infarto miocardico, andare in ospedale con un ambulanza allunga la vita!!

Fonte: American College of Cardiology, 60° Scientific Session, New Orleans.

Per chiunque con un sospetto infarto miocardico (STEMI) chiamare l'ambulanza, invece di arrivare in ospedale con altri mezzi, può salvargli la vita mediante un accesso rapido in ospedale. Infatti, i pazienti che sono sottoposti ad un ECG durante il trasporto in ambulanza ricevono le prime cure nella metà del tempo. "Ottenere un ECG dai primi soccorritori migliora notevolmente la velocità delle cure efficaci in ospedale", ha detto James M. McCabe, University of California, San Francisco, coordinatore dello studio. "Quello che veramente colpisce è che i pazienti che hanno chiamato un'ambulanza erano generalmente più malati di chi non lo ha fatto e sono stati sottoposti, attraverso il dipartimento di emergenza, ad un cateterismo cardiaco più rapidamente (due volte più velocemente) che i pazienti che non sono arrivati in ambulanza". Dei 360 pazienti arruolati in questo studio dal 2008 al 2010, tutti con sospetto STEMI, il 44% non ha preso un'ambulanza per andare in ospedale. Anche dopo aggiustamento per fattori demografici, per i tradizionali fattori di rischio cardiovascolari, per la gravità della malattia e la portata delle modificazioni elettrocardiografiche, coloro che si sono presentati ad un DEA non in ambulanza e quindi non eseguendo un ECG pre-ospedaliero, hanno allungato il tempo totale al DEA del 62% (p<0,001) prima di essere inviati ad un laboratorio di emodinamica. E’ comunque da segnalare che tra i pazienti che sono giunti in ambulanza solo il 57% aveva un ECG. Complessivamente, quindi il 68 per cento dei pazienti che sono andati in ospedale per un possibile infarto STEMI non ha eseguito un ECG pre-ospedaliero allungando significativamente i tempi Door to Balloon (di oltre una quarto (p=0.004)).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA