CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Bassi livelli di colesterolo HDL nei bambini... Più frequente di quanto si possa pensare

Fonte: American College of Cardiology, 60° Scientific Session 2011, New Orleans.

Che bassi livelli di colesterolo HDL abbiano dimostrato un link molto stretto con il rischio cardiovascolare nell'adulto è cosa assodata. Ma pochi, ad ora, sono stati gli studi che hanno messo in correlazione questo parametro con la salute nei bambini. Il punto è che, almeno stando ai dati presentati alla prima giornata di lavori all'American College of Cardiology, 60° Annual Scientific Session 2011, bambini con bassi livelli di HDL presentano tutta una serie di concomitanti fattori di rischio associati a sviluppo di malattia cardiovascolare. Lo studio presentato ha arruolato 1.104 bambini in età scolare nell'ambito del Project Healthy Schools, un programma di intervento scolastico nel Michigan, prendendo in considerazione l'assetto lipidico, glucidico, il BMI, la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e somministrando un questionario sulle abitudini alimentari e di vita dei bambini compresa la quantità di attività fisica. La popolazione è stata suddivisa in due gruppi, sulla base dei valori di HDL (> o < 40 mg/dl). Il 16% del campione (177 studenti) possedevano un HDL<40 mg/dl. Di questi, il 62% erano sovrappeso, avevano più alti valori di pressione arteriosa ed un assetto lipidico più aterogeno (Oltre ai bassi valori di HDL presentavano più alti valori di trigliceridi e LDL).  Inoltre, era molto meno rappresentata l'attività fisica giornaliera. Il Dott. Jackson, principal Investigator dello studio, ha affermato che, in considerazione dei dati ottenuti, la promozione di uno stile di vita più sano e più attento, iniziando proprio con i bambini, potrebbe avere un serio impatto sulla salute pubblica, prevenendo in modo significativo le principali patologie cardiovascolari in età adulta. Si ricorda solo che il National Heart Lung and Blood Institute raccomanda lo screening dell'assetto lipidico nei bambini già molto precocemente (2 anni) nel caso di storia di ipercolesterolemia familiare (parenti con colesterolemia totale >240 mg/dl) o nel caso di espressione di cardiopatia ischemica precoce.

Scarica allegato in PPT - Download

Didascalia allegato: Il 50% degli adolescenti con C-HDL basso mostra almeno altri 2 fattori di rischio CV, entrando nella definizione di sindrome metabolica secondo le linee guida NCEP

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA