CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

STICH Study: la rivascolarizzazione miocardica migliora la prognosi in pazienti con insufficienza cardiaca post ischemica

Fonte: American College of Cardiology, 60° Scientific Session 2011, New Orleans.

La sopravvivenza in pazienti con insufficienza cardiaca susseguente a cardiopatia ischemica può essere migliorata soltanto se alla terapia farmacologica ottimale è associato il trattamento chirurgico di rivascolarizzazione miocardica (CABG): queste sono le conclusioni a cui sono giunti gli autori dello studio STICH. "Siamo stati in grado di dimostrare un beneficio significativo legato al trattamento chirurgico, ma se ci si immerge più in profondità, i dati sono molto più a favore del CABG", ha dichiarato Eric J. Velazquez, della Duke University di Durham, coordinatore dello studio. "Queste informazioni colmano un vuoto importante nel momento in cui dobbiamo valutare l'opportunità di rivascolarizzazione chirurgica in questi pazienti." STICH è il più grande studio randomizzato, controllato tra CABG più la migliore terapia medica possibile rispetto alla sola terapia medica ottimale nei pazienti con malattia coronarica e insufficienza cardiaca. I ricercatori di 99 centri in 22 paesi hanno reclutato pazienti con insufficienza cardiaca causata da malattia coronarica o da pregresso infarto miocardico, assegnando casualmente a 602 pazienti la sola terapia medica e a 610 pazienti CABG più terapia medica ottimale. Dopo una media di quasi cinque anni di follow-up, i ricercatori hanno trovato che la CABG ha ridotto il rischio di morte per qualsiasi causa del 14% rispetto alla terapia medica. Tuttavia, il risultato non era statisticamente significativo. La CABG ha anche ridotto il rischio di morte cardiovascolare del 19% e il rischio combinato di morte per qualsiasi causa, più ricoveri per le malattie cardiache del 26%. Entrambi i risultati sono stati statisticamente significativi (p=0,05 e p<0,001, rispettivamente). I ricercatori hanno comunque fatto notare che la CABG aveva inizialmente un rischio superiore a quello del solo trattamento medico. Tuttavia, dopo due anni la sopravvivenza era migliore nei pazienti con CABG.

Scarica allegato in PPTX - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA