CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L’aggiunta dell hsTN e del BNP non aumenta in modo significativo la predizione del rischio del GRACE score

Fonte: Heart doi:10.1136/hrt.2010.220988.

Il GRACE score è un metodo accurato per predire la mortalità ospedaliera a lungo termine in pazienti con Sindrome Coronarica Acuta; tuttavia, l’aggiunta di alcuni parametri quali la hs-TN (troponina ad alta sensibilità) o il BNP a questo modello di “risk score” non migliorano significativamente la predizione del rischio. Al fine di valutare la capacità dello score GRACE di predire la mortalità intraospedaliera e ad un anno, il dott Christophe Meune ed i suoi colleghi hanno arruolato 370 pazienti (173 con angina instabile e 197 con Infarto Miocardico Acuto) osservando una mortalità intraospedaliera del 4,1% ed una mortalità ad un anno del 12,5%. Il GRACE score era significativamente più alto nei soggetti che morivano sia rispetto a quelli dimessi vivi [200 (174–222) vs 125 (98–155); p<0.001], sia rispetto a quelli che erano ancora vivi ad un anno [151 (133–169) vs 104 (85–125); p<0.001]. L’area sotto la curva del GRACE score riguardante la mortalità intraospedaliera era 0,87 mentre per la mortalità ad un anno era 0,88; se calcolata utilizzando la hs-TN era rispettivamente 0.87 e 0.88 (p=NS). Quindi l’aggiunta della hs-TN per il calcolo del GRACE score non determina nessun valore aggiuntivo per la stima del rischio e l’aggiunta del BNP tende a migliorare la predizione di mortalità ad un anno, anche se in modo non significativo (p=0.058).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA