CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Disfunzione microvascolare: oltre i valori pressori..

Fonte: Journal of Hypertension: May 2011 - Volume 29 - Issue 5 - p 896-90.

L’aumento delle resistenze microvascolari e il rimodellamento delle piccole arterie sono anomalie chiave nella fisiopatologia dell'ipertensione essenziale. In questo lavoro, sono state studiate la relazione tra la disfunzione delle resistenze minime vascolari delle coronarie e delle arterie dell’avambraccio (C-Rmin e F-Rmin) rispetto al grado di ipertensione. Settantacinque pazienti mai trattati affetti da ipertensione essenziale,  con pressione arteriosa sistolica misurata nelle 24 ore di almeno 130 mmHg o pressione diastolica di almeno 80 mmHg sono stati divisi in ipertensione di grado 1 (pressione in ambulatorio: 140/90-159/99 mmHg) e grado 2 (pressione in ambulatorio 160/100-179/109 mmHg); 25 erano i controlli normotesi. I pazienti non avevano anamnesi di malattia cardiovascolare, l’età media era 48 anni, il 60% era di sesso maschile. C-Rmin e riserva di flusso coronarico (CFR) sono stati ricavati dal flusso in arteria discendente anteriore mediante ecocardiografia transtoracica. F-Rmin è stata misurata mediante pletismografia venosa in occlusione. Le resistenze vascolari sistemiche a riposo (SVRI) sono state misurate tramite tecnica di ri-respirazione del gas. Rispetto ai controlli normotesi, la pressione misurata nelle 24 h mostrava un aumento della pressione sistolica del 14% nel gruppo di ipertensione di grado 1 e del 28% nel gruppo con ipertensione di grado 2 mentre F-Rmin e C-Rmin erano aumentati rispettivamente del 58% e 87% nel gruppo con ipertensione di grado 1 e del 72% e il 125% nel gruppo con ipertensione di grado 2. C-Rmin e F-Rmin erano entrambi aumentati più del previsto dal livello di pressione arteriosa, le SVRI e la massa ventricolare sinistra erano aumentati proporzionalmente alla pressione arteriosa. La riserva di flusso coronarica era stata ridotta di circa il 30% in entrambi i gruppi con ipertensione essenziale. Tali risultati mostrano un eccesso di alterazioni microvascolari strutturali nell’ipertensione suggerendo che le alterazioni microvascolari si verificano molto presto e che, probabilmente, non solo un adattamento ai livelli di pressione arteriosa. Quindi il grado di aumento della pressione arteriosa non sarebbe sufficiente a dare un'indicazione precisa del coinvolgimento microvascolare e della sua compromissione nell’ipertensione essenziale.

Scarica allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA