CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

HIV e aterosclerosi

Fonte: European Heart Journal (2011) 32, 945-951.

La malattia aterosclerotica cardiovascolare è diventata una causa importante di morbilità e mortalità tra le persone con virus dell'immunodeficienza umana (HIV) trattati con farmaci antiretrovirali, in quanto il rischio per l'AIDS è diminuito e l'aspettativa di vita è migliorata. I tradizionali fattori di rischio cardiovascolare sono spesso più comuni tra i soggetti con infezione da HIV e le strategie di prevenzione tradizionali restano importanti. Dati recenti hanno rivelato che l'infezione da HIV non trattata amplifica ulteriori meccanismi pro-aterogenici relativi all’attivazione immunitaria, all'infiammazione, alla coagulazione e a modifiche delle particelle di lipoproteine (ad esempio lipoproteina ad alta densità). Alcuni di questi meccanismi sono attenuati, anche se in modo incompleto, dalla soppressione della replicazione dell'HIV tramite la terapia antiretrovirale. L'esposizione alla terapia antiretrovirale è associata a tossicità che può contemporaneamente diminuire (tramite la soppressione virale) e aumentare il rischio cardiovascolare. In definitiva, trattamenti aggiuntivi saranno necessari per mitigare il rischio cardiovascolare precoce tra i pazienti affetti da HIV e trattati con antriretrovirali.

Scarica allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA