CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il glutammato monosodico e l'ipertensione arteriosa: follow up a 5 anni

Fonte: Journal of Hypertension 2011- Volume 29 - Issue 5 - p 846-853.

Un ampio studio trasversale in quattro paesi suggerisce che l'assunzione di glutammato può essere inversamente associato con pressione sanguigna (BP). L'obiettivo di questa analisi era di studiare una possibile associazione tra glutammato monosodico (MSG) l'assunzione e il cambiamento della pressione sanguigna oltre 5 anni. I dati sono stati analizzati su una popolazione di 1.227 cinesi, uomini e donne che hanno partecipato allo studio di nutrizione Jiangsu Study (Jin). In questo studio, l'assunzione di MSG e la pressione sanguigna sono stati valutati quantitativamente, nel 2002, e verificati nel 2007. Ne è risultato che l'assunzione di MSG è stata associata ad un significativo aumento di pressioni arteriose sistolica e diastolica (PAS e PAD). Una correlazione con il sesso è stata osservata in relazione al cambiamento di pressione sistolica (SBP). Le donne che avevano una elevata assunzione di MSG presentavano più probabilità di avere una maggiore SBP o pressione diastolica (DBP). L'assunzione di glutammato totale è stata anche positivamente associata con un aumento della SBP anche in pazienti in trattamento antiipertensivo.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA