CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

AngioTC coronarica: come ridurre la dose di radiazioni?

Fonte: American Journal of Cardiology (107) 9: 1278-1284.

Il tipo di protocollo di acquisizione delle immagini utilizzato per lo studio TC delle arterie coronarie è in grado di influenzare sensibilmente l’entità di esposizione a radiazioni ionizzanti. In questo studio sono stati confrontati I dati di accuratezza diagnostica e di dosimetria della angioTC coronarica mediante sistema TC dual-source utilizzando il gating prospettico e retrospettivo. Sono stati arruolati 116 pazienti sottoposti sia a TC che a coronarografia per sospetta malattia coronarica, di cui 54 studiati utilizzando il protocollo con gating retrospettivo (gruppo 1) e 62 pazienti studiati con gating prospettico (gruppo 2). In totale sono risultati valutabili 1.709 segmenti coronarici (98.2%). I valori di sensibilità e specificità per l’identificazione di stenosi coronarica (>50%) sono risultati rispettivamente pari al 93.3% e 88.9% nel gruppo 1 e 96.4% e 85.7% nel gruppo 2 (p=0.973 e 0.761). La dose effettiva è risultata 8.82± 3.50 mSv (range 3.92 -15.36) nel gruppo 1 e 2.95 ± 1.39 mSv (range 0.99 - 6.06) nel gruppo 2 (p <0.001). Quindi il protocollo con gating prospettico, a parità di qualità diagnostica, permette una sensibile riduzione della dose.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA