CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il trattamento con vitamina E o con metformina può migliorare la steatosi epatica non alcolica?

Fonte: JAMA 2011; 305(16): 1659-1668.

La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è la più comune patologia cronica del fegato tra i bambini americani e gli adolescenti e può evolvere in una fibrosi o in una steatoepatite non alcolica (NASH). Al momento non ci sono trattamenti per combatterla. Questo studio ha valutato se la somministrazione di vitamina E o metformina nei bambini con NAFLD possa migliorare la situazione. Sono stati arruolati 173 pazienti (età 8-17 anni) con una diagnosi confermata da una biopsia di NAFLD e sono stati somministrati 800 IU giornaliere di vitamina E (58 pazienti), 1.000 mg di metformina (57 pazienti), o placebo (58 pazienti) per 96 settimane. L’obiettivo primario è stato valutare la riduzione dei valori di alanina aminotransferasi (ALT) definita come il 50% o meno del valore basale o 40 U/L o meno alle visite ogni 12 settimane nel periodo tra la 48° e 96° settimana di trattamento. Un altro obiettivo è stato valutare i miglioramenti istologici e la risoluzione della NASH. La riduzione dei livelli di ALT è stata simile a placebo (10/58; 17%; 95% CI, da 9% a 29%) sia nel gruppo trattato con vitamina E (15/58; 26%; 95% CI, da 15% a 39%; P=0.26) sia in quello trattato con metformina (9/57; 16%; 95% CI, da 7% a 28%; P=0.83). La variazione nei livelli di ALT dal basale alla 96° settimana è stato di −35.2 U/L (95% CI, da −56.9 a −13.5) con placebo, −48.3 U/L (95% CI, da −66.8 a −29.8) con la vitamina E (P=0.07) e −41.7 U/L (95% CI, da −62.9 a −20.5) con metformina (P=0.40). La variazione media a 96 settimane del ballooning score epatocellulare è stata di 0.1 con placebo (95% CI, da −0.2 a 0.3), −0.5 con la vitamina E (95% CI, da −0.8 a −0.3; P=0.006) e −0.3 con metformina (95% CI, da −0.6 a −0.0; P=0.04); la variazione del NAFLD activity score è stata di −0.7 con placebo (95% CI, da −1.3 a −0.2), −1.8 con la vitamina E (95% CI, da −2.4 a −1.2; P=0.02) e −1.1 con metformina (95% CI, da −1.7 a −0.5; P=0.25). Tra i soggetti con NASH, la percentuale di risoluzione a 96 settimane è stata di 28% con placebo (95% CI, da 15% a 45%; 11/39), 58% con la vitamina E (95% CI, da 42% a 73%; 25/43; P=0.006) e 41% con metformina (95% CI, da 26% a 58%; 16/39; P=0.23). Rispetto a placebo, nessuna terapia ha mostrato un miglioramento nelle altre caratteristiche istologiche. Quindi né la metformina né la vitamina E sono risultate superiori a placebo nel migliorare i valori di transaminasi nei pazienti pediatrici con NAFLD.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA