CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Quando c'è una storia di stroke diventa tutto più difficile?

Fonte: Am J Cardiol 2011;107:1441-1446.

I pazienti colpiti da stroke maggiori sono ad alto rischio di eventi cardiovascolari. Questa analisi, estratta dal registro NCDR ACTION GWTG, derivante da 281 ospedali statunitensi, ha cercato di valutare se sono state presenti differenze nell'iter intra-ospedaliero in pazienti colpiti da sindrome coronarica acuta (ST sopra o non-ST sopra) con o senza precedente stroke. L'analisi ha coinvolto ben 15.997 pazienti colpiti da STEMI e 25.514 pazienti da non-STEMI afferenti in ospedale tra Gennaio e Dicembre 2007. Di questi pazienti, il 5.1% con STEMI e il 9.3% di non-STEMI avevano una anamnesi positiva per pregresso stroke. In tali pazienti si sono osservati meno procedure di rivascolarizzazione, nonostante l'elegibilità, un tempo door-to-needle e door-to-balloon significativamente più elevato ed una terapia post rivascolarizzazione meno aderente alle attuali Linee Guida. Gli eventi morte, MACE ed i sanguinamenti maggiori sono stati significativamente più frequenti nella popolazione con precedente stroke.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA