CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L’etnia sembra modulare la prognosi nei pazienti con scompenso cardiaco

Fonte: Heart doi:10.1136/hrt.2010.217869.

Queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori coordinati dal Dr Padma Kaul dell’Università di Alberta (canada). Inoltre, hanno concluso che i pazienti cinesi hanno significativamente tassi più elevati di mortalità ad 1 anno rispetto ai pazienti di razza bianca. Essendo state dimostrate incidenze di malattia cardiovascolare e prevalenza di fattori di rischio significativamente diverse tra gruppi etnici i ricercatori dello studio si sono posti l'obiettivo di esaminare l'impatto dell’etnia sulla mortalità ad 1 anno nei pazienti con insufficienza cardiaca. Sono stati inclusi nello studio tutti i pazienti residenti ad Alberta, di età superiore a 20 anni, ospedalizzati per insufficienza cardiaca tra il 1 aprile 1999 e 31 dicembre 2005. Sono stati utilizzati algoritmi precedentemente validati per assegnare l’etnia in base al cognome del paziente. I pazienti sono stati classificati come bianchi, cinesi o indiano-orientali. Sono stati arruolati 52.980 individui di etnia bianca, 851 cinesi e 377 individui di etnia indiano-orientale. I pazienti cinesi erano i più anziani e avevano più alti tassi di malattia renale. I pazienti indiani-orientali costituivano l'etnia più giovane e avevano il tasso più elevato di cardiopatia ischemica e diabete. I tassi di mortalità ad un anno erano del 31,0% tra i pazienti bianchi, 38,7% tra i cinesi e del 26,5% tra i pazienti Indiano-orientali (p<0,01). Questi risultati erano coerenti tra i vari sottogruppi.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA