CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La TC può individuare le placche coronariche vulnerabili?

Fonte: Am J Cardiol 2011;107:1270-77.

La tomografia computerizzata (TC) 64 slice è in grado di valutare la morfologia delle placche coronariche ed identificarele placche vulnerabili? In questo studio è stata confrontata questa metodica con la tomografia a coerenza ottica (OCT) nella caratterizzazione delle placche ateromasiche su 81 pazienti, per un totale di 122 placche. In base ai risultati dell’OCT, 37 placche sono state classificate come "thin-cap fibroatheroma" (TCFA) cioè placche con caratterisitiche di potenziale vulnerabilità. Alla TC 64 slic, le placche TCFA erano caratterizzate da minori valori di densità (44.9 ±19.2 vs 78.7 ± 25.0 HU, p<0.0001) e da un maggior rimodellamento positivo (1.14 ± 0.20 vs 0.95 ± 0.16, p<0.0001). All’analisi multivariata, un valore di densità di placca <64 HU (unità hounsfield) e un indice di rimodellamento >1.08 sono risultati indicativi di TCFA (OR 8.20,CI 2.49-27.0, p<0.0005 e OR 6.10, CI 2.04 -18.2, p<0.0012 rispettivamente).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA