CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

I beta bloccanti sono utili, ma non in acuto!

Fonte: Am Heart J 2011; 161(5): 864-870.

Anche se i β-bloccanti (BBs) riducono la mortalità a lungo termine nei pazienti dopo infarto del miocardio (MI), i dati sul loro uso in acuto sono contrastanti. Questo studio ha studiato l’uso in acuto (≤24 ore) di BB in 34.661 pazienti con infarto con elevazione del tratto ST (STEMI) e senza elevazione del tratto ST (NSTEMI) inclusi nel registro NCDR® ACTION Registry®-GWTG™. I pazienti con controindicazioni o che non avevano ricevuto BBs o con dati mancanti sono stati esclusi. Sono stati analizzati l’uso e l’impatto dei BB stratificati per variabili associate con un aumentato rischio di shock specificate nelle ultime linee guida: età >70 anni, sintomi da più di 12 ore (pazienti con STEMI), pressione sistolica <120 mmHg e frequenza cardiaca >110 battiti/min. Tra i pazienti senza controindicazioni, almeno una variabile ad alto rischio è stata trovata nel 45% dei pazienti con STEMI e nel 63% dei pazienti con NSTEMI. Le complicanze in ospedale inclusi shock cardiogeno, mortalità e shock e mortalità insieme risultavano significativamente maggiori in entrambi i gruppi STEMI e NSTEMI. L’uso molto precoce in emergenza di BBs ha aumentato significativamente il rischio di shock sia in caso di STEMI che di NSTEMI rispetto ai pazienti trattati più tardivamente, entro le 24 ore. Questi risultati, quindi, sono in accordo con le attuali raccomandazioni di evitare l’uso di BBs nella fase precoce dell’infarto acuto del miocardio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA