CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio SPARCL: atorvastatina ad alte dosi non previene la fibrillazione atriale

Fonte: Am Heart J 2011; 161(5): 993-999.

Alcuni studi hanno provato che le statine riducono il rischio di fibrillazione atriale (AF). Questo studio ha valutato se il trattamento a lungo termine con alte dosi di atorvastatina riduca la ricorrenza di AF in pazienti con pregresso ictus o attacco ischemico transitorio. E’ stato esaminato lo sviluppo di nuovi casi di AF nei pazienti dello studio SPARCL (Analysis of the Stroke Prevention by Aggressive Reduction in Cholesterol Levels) dove veniva paragonata atorvastatina 80 mg/die rispetto a placebo in 4.731 pazienti con pregresso ictus o attacco ischemico transitorio. I pazienti che avevano un AF cronica o parossistica o che stavano assumendo farmaci per il trattamento o la profilassi dell’AF al tempo dell’arruolamento sono stati esclusi. La fibrillazione atriale è stata identificata con un elettrocardiogramma refertato in cieco da un laboratorio centrale e dai report degli investigatori sugli eventi avversi. I pazienti sono stati seguiti per un periodo medio di 4.8 anni, e sono stati eseguiti in media 5 elettrocardiogrammi per paziente. L’intervallo libero da fibrillazione atriale dalla randomizzazione non differiva tra i due gruppi: ci sono stati 139 casi di AF nel gruppo trattato con atorvastatina e 122 nel gruppo trattato con placebo, corrispondenti a un tasso di incidenza di 1.32 e 1.14 casi per 100 pazienti-anno (hazard ratio 1.15, 95% CI 0.90-1.46, P=0.26). Alte dosi di atorvastatina non hanno prevenuto lo sviluppo di AF nei pazienti con pregresso ictus o attacco ischemico transitorio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA