CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

PCI negli ultra novantenni

Fonte: Am J of Cardiol 2011: Vol 107. 11.

I benefici a medio termine di una angioplastica (PCI) in pazienti con oltre novanta anni di età (si si, avete letto bene..) non è stato ancora definito con esattezza. Questo studio ha arruolato 173 pazienti sottoposti a coronarografia, di cui 90 pazienti sottoposti a successiva PCI (il 50% erano donne). Di questi ultimi, solo 2 pazienti avevano una angina da sforzo e 5 sono stati studiati in previsione di altro intervento chirurgico. Il resto del campione è stato studiato angiograficamente e per sindrome coronarica acuta (STEMI nel 27% dei casi). Sono state trattate complessivamente 127 lesioni coronariche, utilizzati 102 DES e 37 BMS. La procedura è stata ben tollerata nell'85.6% dei casi. Le principali complicanze sono state una insufficienza renale nel 5.6% dei casi, scompenso cardiaco nel 6.7% e shock cardiogeno nel 2.2%. La mortalità intraospedaliera è stata del 7.8%. A 48 mesi la sopravvivenza è stata del 31.6% ± 6.1%. La qualità della vita è apparsa simile alla popolazione generale per stesse caratteristiche demografiche. Da questi dati, anche in una popolazione ad elevato rischio come questi pazienti, sempra che la procedura di PCI sia accettabile e generalmente ben tollerata a medio termine.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA