CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Rosuvastatina nella stenosi aortica. Ci può essere un ruolo?

Fonte: Am J Cardiol 2011: online first.

Diversi trial negli ultimi anni, con alterni risultati, hanno evidenziato un ruolo molto marginale se non inutile delle statine nel frenare la progressioone della stenosi aortica, soprattutto di tipo degenerativo. In questo studio, si è verificato l'effetto della rosuvastatina nella progressione della stenosi aortica non calcifica in pazienti giovani affetti da stenosi aortica congenita. Sono stati coinvolti 63 pazienti (età dai 18 ai 45 anni) con stenosi aortica congenita, randomizzati a ricevere rosuvastatina 10 mg vs placebo. L'end point primario è stato la progressione del picco di velocità attraverso la valvola aortica. Sono poi stati misurati anche altri parametri morfofunzionali (massa ventricolare sinistra, diametro dell'aorta ascendente e NT-proBNP). Il follow up è durato 2.4 anni in cui non si è osservata una sostanziale differenza nei gruppi nelle variazioni del gradiente di picco aortico (Gruppo trattato: 0.05 ± 0.21 m/s all'anno vs placebo: 0.09 ± 0.24 m/s. p=0.435). Non si sono osservate differenze significative nemmeno negli altri parametri ecografici (massa ventricolare sinistra e aorta ascendente in particolare). L'unico parametro che si è modificato in modo statisticamente rilevante è stato il NT-proBNP, diminuito nel gruppo trattato con rosuvastatina ed invece aumentato nel gruppo placebo (analisi finale p=0.008) suggerendo in tal modo un effetto comunque positivo del trattamento con statine sulla funzone cardiaca.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA