CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La riabilitazione cardiaca post PCI riduce la mortalità

Fonte: Circulation online May 16, 2011 doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.110.983536.

La RC (riabilitazione cardiaca) dopo PCI (angioplastica coronarica) è stata associata ad una significativa riduzione dei tassi di mortalità. Queste sono le conclusioni del dott Kashish Goel della Cardiovascular Health Clinic, Division of Cardiovascular Diseases, Department of Medicine della Mayo Clinic di Rochester in Minnesota e dei suoi colleghi che si sono proposti di valutare la relazione tra RC e la mortalità per tutte le cause, la mortalità cardiaca, l’infarto miocardico o la rivascolarizzazione. In un registro prospettico dell’Olmsted County (Minnesota) dal 1994 al 2008 i ricercatori hanno raccolto i dati di 2.395 pazienti sottoposti a PCI (angioplastica coronarica) che sono stati analizzati mediante 3 tecniche di analisi statistica e seguiti con follow-up a 6,3 anni in media. I pazienti che si sottoponevano a RC, circa il 40% (964 su 2.395) della coorte, evidenziavano una significativa riduzione della mortalità per tutte le cause in tutte e 3 le tecniche di analisi statistica utilizzate (hazard ratio, 0,53-0,55, p<0,001) e mostravano una tendenza a ridurre la mortalità cardiaca, mentre non si osservava alcun effetto su recidive di IMA o rivascolarizzazione. La relazione tra la partecipazione alla RC e la riduzione dei tassi di mortalità era simile per gli uomini e le donne, per i pazienti più anziani e più giovani e per i pazienti che hanno eseguito intervento coronarico percutaneo in elezione o meno.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA