CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Coronarie degli obesi e livelli plasmatici di endocannabinoidi

Fonte: European Heart Journal  2011 Volume 32,  Issue 11 Pp. 1369-1378.

Scopo dello studio era di valutare una possibile associazione tra livelli plasmatici di endocannabinoide (CE), come l'anandamide (AEA) e 2-arachidonoylglycerol (2-AG), e la funzione circolatoria coronarica in pazienti obesi. Il flusso ematico del miocardio (MBF) in risposta alla prova pressoria fredda (CPT) e durante vasodilatazione farmacologica con dipiridamolo sono stati misurati con PET 13N-ammoniaca/CT. I 77 partecipanti allo studio sono stati divisi in tre gruppi in base al loro indice di massa corporea (BMI, kg/m2): gruppo di controllo 20 ≤ BMI <25 (n = 21); gruppo in sovrappeso 25 ≤ BMI <30 (n = 26); e gruppo obesi BMI ≥ 30 (n = 30). I livelli plasmatici di anandamide, ma non di 2-AG, erano significativamente elevati in presenza di obesità rispetto ai controlli: 0,68 (0,53,- 0,78) vs 0,56 (0,47 - 0,66) ng/mL, P=0,020, e 2.2 (1.21 - 4,59) vs 2.0 (0,80 - 5,90) ng/mL, P=0,806. Il cambiamento endotelio-correlato in MBF durante il CPT a riposo (ΔMBF) si è progressivamente ridotto nei sovrappeso e obesi rispetto ai gruppo di controllo [0,21 (0,10 - 0,27) e 0,09 (-0,01 - 0,15) vs 0,26 (0,23 - 0,39) mL/g/min, p=0,010 e p=0,0001, rispettivamente]. Rispetto ai controlli, MBFs in fase iperemica erano significativamente inferiori nei soggetti in sovrappeso e obesi [2,39 (1,97 - 2,62) vs 1,98 (1.69 - 2.26) e 2,10 (1,76 - 2,36) p=0,007 e p=0,042, rispettivamente]. Nei soggetti obesi, i livelli plasmatici di AEA e 2-AG erano inversamente correlati con ΔMBF alla CPT (r= -0,37, P=0.046 e R= -0,48, P=0,008) e MBFs in fase iperemica (r = -0,38, P=0,052 e r= -0,45, P=0,017), rispettivamente. L’aumento dei livelli plasmatici di CE di AEA e 2-AG sono associati a disfunzione circolatoria coronarica nei soggetti obesi. Questa osservazione potrebbe suggerire un aumento dei livelli plasmatici di CE come un fattore endogeno di rischio cardiovascolare nell'obesità, ma che necessitano di ulteriori indagini.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA