CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Appropriatezza dell'angiografia coronarica: uomini e donne....quali differenze?

Fonte: European Heart Journal Volume 32, Issue 11 Pp. 1331-1336.

Lo scopo principale dello studio è stato quello di analizzare l'uso contemporaneo di farmaci cardiovascolari e l'angiografia coronarica negli uomini e nelle donne con sospetta malattia coronarica (CAD). Inoltre, sono stati esaminati l'associazione degli esiti (morte, infarto miocardico, ulteriore coronarografia, complicanze procedurali) con i risultati angiografici. In Svezia, tra il 2006 e il 2008, sono stati arruolati tutti i pazienti con dolore toracico stabile (n=12.200) in cui è stata dapprima eseguita angiografia coronarica elettiva e sono stati inseriti nello Swedish Coronary Angiography and Angioplasty Register (SCAAR). CAD significativa è stata definita come una stenosi ≥ 50% del lume coronarico in ogni sede epicardica. Nella fascia di età più giovane (≤ 59 anni), più donne che uomini (78,8 vs 42,3%, P<0,001) avevano vasi normali o con stenosi non-significative, mentre una fetta maggiore di uomini presentavano una malattia trivasale (18,2 vs 4,2%, P<0,001). I tassi di manifestazione di dolore toracico sono stati altrettanto bassi per gli uomini e le donne con esame normale o con stenosi non-significativa, ad eccezione di un tasso di complicanze procedurali maggiore nelle donne. Prima dell'angiografia,è stato prescritto acido acetilsalicilico ad un numero inferiore di donne, rispetto agli uomini, ad alto rischio cardiovascolare (83 vs 86.1%, P=0,001). In conclusione, nelle donne e' risultato prevalente un esame normale o non significativo per CAD, soprattutto tra le giovani donne, ed i relativi tassi di eventi cardiovascolari sono stati molto bassi. Negli uomini, sono risultati piu' comuni, rispetto alle donne, risultati indicanti CAD avanzata e, quel che e' peggio, che tale prevalenza si manteneva inalterata anche nei giovani uomini. Le differenze di genere osservate indicano la necessità di migliorare l'identificazione delle donne veramente a rischio da sottoporre ad angiografia coronarica, di adottare un approccio diagnostico precoce negli uomini e di porre maggiore attenzione alla prescrizione di acido acetilsalicilico in pazienti ad alto rischio, soprattutto donne.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA