CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La rivascolarizzazione miocardica completa è sempre la scelta migliore?

Fonte: Circulation. 2011;123:2373-2381.

Nei pazienti multivasali è sempre più efficace una strategia di rivascolarizzazione completa? In questo studio gli autori hanno valutato quale sia l’impatto clinico di una rivascolarizzazione completa sia per via percutanea che chirurgica nei pazienti con coronaropatia multivasale. Sono stati studiati 1.914 pazienti consecutivi con coronaropatia multivasale, di cui 1.400 sottoposti a PCI (Percutaneous Coronary Intervention) con stent medicati e 514 sottoposti a BPAC (By Pass AortoCoronarico). Sono stati quindi confrontati gli outcome dei pazienti in cui era stata eseguita una rivascolarizzazione completa (917 pazienti, 47.9%) con quelli sottoposti a rivascolarizzazione incompleta. Nel primo gruppo, 573 pazienti sono stati sottoposti a PCI (40.9%) e 344 a BPAC (66.9%). Ad un follow up di 5 anni, l’incidenza di morte (8.9% vs 8.9%; adjusted HR, 1.04; 95% IC, 0.76 -1.43; P=0.81) così come l’end point combinato di morte, infarto miocardico, stroke sono risultati sovrapponibili nei due gruppi (12.1% vs 11.9%; adjusted HR, 1.04; 95% IC, 0.79-1.36; P=0.80). Gli autori concludono, quindi, affermando che una strategia di rivascolarizzazione angiograficamente completa non si traduce in un miglioramento dell’outcome a lungo termine nei pazienti multivasali. Questi risultati sembrano quindi supportare l’utilità di una strategia di rivascolarizzazione basata sulla ricerca di ischemia.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA