CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Tratti famigliari nella cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro

Fonte: Circulation. 2011; 123: 2701-2709.

In questo studio, è stato indagato il ruolo del genotipo nella valutazione di famiglie note per cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro, tra cui la prevalenza di mutazioni nei geni causali noti, la penetranza ed espressività nelle famiglie genotipizzate e l'utilità dei criteri della Task Force 2010 nella diagnosi clinica. Una valutazione clinica e di genetica molecolare è stata eseguita in 210 parenti di primo grado e 45 di secondo grado di 100 famiglie. In 51 famiglie i parenti già deceduti avevano in vita una elevata prevalenza di anomalie dell'ECG (89%) e aritmia ventricolare (78%). Note o probabili mutazioni causali sono state riscontrate nel 58% delle famiglie e nel 73% dei pazienti; tra questi il 28% presentava una ulteriore variante desmosomiale (cioè, mutazione o polimorfismo). 93 parenti avevano una mutazione causale; il 33% ha soddisfatto i criteri del 2010, mentre solo il 19% ha soddisfatto quelli del 1994 (P=0,03). Un ulteriore variante del gene desmosomiale è stato trovato nel 10% ed è stata associata ad un rischio 5 volte maggiore di sviluppare la malattia (odds ratio, 4.7; intervallo di confidenza 95%, 1,1-20,4; P=0,04).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA