CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Quale terapia nei pazienti ipertesi a basso rischio CV? come orientarsi tra i dati dei grandi trials...

Fonte: Congresso Nazionale SICOA 2011, Napoli.

Nell'auditorium del Congresso Nazionale SICOA, Bruno Trimarco ha parlato dei recenti trial come guida all'orientamento terapeutico su sartani e ACE inibitori. Non ci sono dubbi, ha detto Trimarco, sul fatto che lo studio ONTARGET abbia dimostrato che sull'end point primario telmistartan e ramipril abbiano ottenuto lo stesso risultato e che l'associazione dei due non ha portato alcun vantaggio verso i singoli. Tuttavia, va sottolineato che nell'arruolamento dei soggetti trattati con ACE inibitore, circa il 25% è stato scartato per effetti collaterali. Quindi, nessuna differenza tra farmaci sull'efficacia ma attenzione alla tollerabilità. Andando oltre e stratificando i pazienti per livelli di rischio, i dati di diversi studi tra cui il CHARM con candesartan, hanno mostrato invece che sui livelli di rischio CV più bassi in realtà si notano gli effetti protettivi maggiori dei sartani rispetto agli ACE inibitori, aspetto che non si rileva per i livelli di rischio più alti. Anche osservando i sottogruppi dell'ONTARGET emerge lo stesso fenomeno con un risultato a favore di telmisartan vs ramipril proprio sui pazienti a rischio CV più basso. Sulla base di questi dati, pertanto, è bene fare molta attenzione nella scelta della terapia in base al livello di esposizione del paziente al rischio CV. In particolare occorre non semplificare eccessivamente la scelta sulla base di tabelle semplicistiche di costo ma procedere con cura alla stratificazione del rischio e alla scelta più appropriata della terapia per quel preciso paziente. Tale, approccio, ha concluso Bruno Trimarco, ha condotto nel nostro centro ad ottenere l'80% di controllo pressorio ed il più alto livello possibile di protezione dal danno d'organo.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA