CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Variabilità dell'aggregazione piastrinica nel tempo

Fonte: J Am Coll Cardiol 2011;57:2474-83.

L’attivazione piastrinica cambia nel tempo in corso di terapia cronica con clopidogrel? Questo è l’argomento di questo interessante studio ad opera di ricercatori italiani che hanno monitorato l’attivazione piastrinica in 300 pazienti sottoposti a PCI e in terapia con ASA e clopidogrel prima dell’angioplastica, a 1 mese e a 6 mesi mediante il sistema VerifyNow P2Y12; inoltre, in tutti i pazienti è stata valutata anche la presenza dei polimorfismi CYP2C19*2, *17, CYP3A5*3, e ABCB1. L’attivazione piastrinica è risultata significativamente differente nel tempo, in particolare era maggiore al tempo 0 rispetto a 1 e a 6 mesi. Dalla prima valutazione a 6 mesi, 83/300 pazienti hanno mostrato una variazione dello stato di aggregazione piastrinica, legata soprattutto a 75 pazienti che risultavano non responders all’inzio e successivamente sono diventati full-responders. L’influenza dei genotipi CYP2C19*2 e *17 è rimasta uguale al passare del tempo. La reattività piastrinica ad 1 mese è risultata un fattore predittivo indipendente di eventi ischemici ed emorragici a distanza (1 anno). Gli autori, inoltre, hanno identificato una finestra terapeutica (da 86 a 238 P2Y12 reactivity units) in cui l’incidenza di eventi ischemici ed emorragici è risultata minore.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA