CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Effetti degli ARBs su pressione e albuminuria: non sempre vanno a braccetto

Fonte: Eur Heart J 2011; 32 (12): 1493-1499.

Gli effetti cardioprotettivi degli antagonisti dei recettori dell'angiotensina II (ARBs) sono ben noti e si declinano in attività terapeutiche che si mostrano subito nel breve termine, come la riduzione pressoria e la riduzione dell'albuminuria, ed effetti che si palesano nel lungo termine come la riduzione degli eventi CV. Tuttavia, visto che esiste una differente risposta alla riduzione della pressione arteriosa e dell'albuminuria sia inter- che intra-individuale, questo studio ha valutato come si modificano gli effetti a lungo termine sugli outcome CV in funzione della diversa risposta alla terapia con ARBs su pressione arteriosa sistolica (SBP) e albuminuria. Sui dati basali e a 6 mesi della popolazione costituita dai pazienti degli studi RENAAL e IDNT  si è potuto osservare che nei soggetti trattati con ARBs, 421 (34.5%) hanno presentato o una riduzione della SBP ma non dell'albuminuria o viceversa, indicando una sostanziale discordanza tra effetto sulla pressione e sul rene. Il problema consiste nel fatto che la riduzione pressoria e dell'albuminuria correlano in modo indipendente alla protezione CV (HR per 5 mmHg di riduzione della SBP 0.97 95% CI 0.94–0.99 e HR per decremeno log dell'albuminuria 0.87 95% CI 0.76–0.99). Analizzando tutte le fasce di riduzione pressoria a 6 mesi è stato osservato che al ridursi dell'albuminuria si abbassava anche il rischio CV e questo era particolarmente evidente nei pazienti che raggiungevano il target si SBP riportato nelle linee guida ≤130 mmHg. In conclusione, quindi, la risposta agli ARBs in termini di riduzione pressoria e di albuminuria è variabile e discordante sia tra pazienti che intra-paziente e influenza l'effetto della terapia sugli outcome CV di lungo termine. E' importante, quindi, misurare i paramentri attentamente e istituire una terapia adeguata mirata a ridurre entrambi i parametri pressione e albuminuria.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA