CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Warning della FDA sul Champix (vareniclina)

Fonte: www.fda.gov.

La Food and Drug Administration (FDA) americana ha notificato che il farmaco usato per smettere di fumare, il Champix (vareniclina) può essere associato ad un lieve ma significativo aumento di eventi avversi cardiovascolari, soprattutto nei pazienti con nota patologia cardiaca. Queste informazioni saranno aggiunte alla sezione "Warnings and Precautions" del relativo foglietto illustrativo. La vareniclina è il primo di una nuova classe di farmaci definiti "agonisti parziali del recettore nicotinico dell'acetilcolina": è stato sviluppato per agire a livello cerebrale sullo stesso recettore su cui agisce la nicotina (il recettore alpha4 beta2) per alleviare la sintomatologia da astinenza acuta ed i sintomi legati al desiderio di fumare (craving) bloccando quindi gli effetti della nicotina. L'FDA ha analizzato in modo indipendente un trial che ha coinvolto 700 pazienti (età tra 35 e 75 anni) randomizzati a ricevere il farmaco o placebo e con patologia cardiaca nota (oltre che o in aggiunta alla condizione ipertensiva). Il farmaco si è dimostrato significativamente efficace nella riduzione dell'abitudine tabagica nel gruppo trattati rispetto al placebo (rispettivamente 47% versus 14%, ; p<0.0001), così come sono stati significativamente minori i sintomi relati all'astinenza da fumo. Tuttavia, nel gruppo dei trattati si sono verificati più eventi avversi, tra cui episodi anginosi, infarto miocardico non fatale, necessità di rivascolarizzazione miocardica e nuove diagnosi di polivasculopatie periferiche, talora anche significative e che hanno necessitato di trattamento.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA