CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Liraglutide potrebbe aumentare il rischio di tumori alla tiroide, l’FDA avverte i medici di monitorare attentamente i pazienti in trattamento

Fonte: http://www.fda.gov.

La Food and Drug Administration (FDA) ha avvisato i medici di monitorare attentamente i pazienti diabetici in terapia con liraglutide per il rischio di tumori tiroidei a cellule-C e pancreatiti acute. Liraglutide è stato approvato nel gennaio 2010, ed è il primo incretino-mimetico somministrato una volta al giorno per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 in aggiunta a dieta e attività fisica e ad una terapia ipoglicemizzante di prima linea. Sembrerebbe che liraglutide causi un incremento del numero di tumori tiroidei a cellule-C in maniera dose e tempo-dipendente nei topi e nei gatti. Non è noto se ciò valga anche per gli umani. Inoltre, diversi studi clinici con liraglutide, hanno evidenziato più casi di pancreatite nei pazienti trattati con liraglutide rispetto a quelli trattati con altri farmaci. L’FDA ha raccomandato che i pazienti con noduli tiroidei rilevati all’esame obiettivo dovrebbero recarsi dall’endrocrinologo di riferimento per ulteriori valutazioni. Anche se il dosaggio routinario di calcitonina sierica è di incerto significato nei pazienti trattati con liraglutide, nel caso risulti aumentata i pazienti dovrebbero recarsi dall’endocrinologo di riferimento. Sia dopo l’inizio che dopo il potenziamento di liraglutide, i pazienti dovrebbero essere osservati attentamente per segni o sintomi di pancreatite (incluso persistente dolore addominale, a volte irradiantesi al dorso che potrebbe o non potrebbe essere accompagnato da vomito. A completamento della valutazione sulla sicurezza del farmaco, l’FDA sta richiedendo un profilo di sicurezza cardiovascolare all’azienda produttrice, inoltre, è stato richiesto di condurre uno studio a 5 anni per valutare il rischio di cancro alla tiroide o in altre sedi in aggiunta al rischio di ipoglicemia, pancreatiti e reazioni allergiche.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA