CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il ritardo di riperfusione nelle PCI primarie è associato al tempo DIDO

Fonte: JAMA 2011; 305(24): 2540-2547.

Il tempo DIDO (dal DOOR-in al DOOR-out), cioè il tempo dall'ingresso alla dimissione dal Pronto Soccorso per il trasferimento in un'altro ospedale con emodinamica, è l’intervallo principalmente responsabile dei ritardi della riperfusione negli STEMI (infarto miocardico acuto con sopraslivellamento del tratto ST). Queste sono le conclusioni a cui sono giunti il dott.Tracy Y. Wang ( Duke Clinical Research Institute, Duke University Medical Center, Durham, North Carolina) ed I suoi colleghi che hanno, inoltre, aggiunto che un tempo DIDO di 30 minuti o meno è stato osservato solo in una piccola percentuale dei pazienti trasferiti, e che tale dato era associato a brevi ritardi di riperfusione e ad un inferiore mortalità intra-ospedaliera. I ricercatori sono arrivati a queste conclusioni analizzando i dati del registro “the ACTION Registry–Get With the Guidelines” dal gennaio 2007 al marzo 2010 selezionando retrospettivamente 14.821 pazienti con STEMI di cui 298 trasferiti in altro centro per essere sottoposti a PCI primaria e valutando l’influenza di un tempo DIDO <30minuti sul “time to reperfusion” e sugli outcomes. Il tempo DIDO medio era di 68 minuti (range interquartile: 43-120 minuti), e solo 1.627 pazienti (11%) avevano tempi DIDO di 30 minuti o meno. Fattori significativamente associati con un tempo DIDO superiore a 30 minuti includevano l'età avanzata, sesso femminile, presentazione tardiva in Pronto Soccorso e la non disponibilità immediata dei servizi di trasporto nel primo ospedale. I pazienti con un tempo di DIDO di 30 minuti o meno avevano una significativa probabilità di avere un tempo complessivo Door To Balloon di 90 minuti o meno rispetto ai pazienti con DIDO superiore a 30 minuti (60% vs 13% p<0.001). La mortalità intraospedaliera è risultata significativamente più alta tra i pazienti con tempo DIDO superiore a 30 minuti rispetto ai pazienti con tempi DIDO di 30 minuti o meno (5,9% vs 2,7,p<0.001).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA