CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Simvastatina e aspirina: poco utili se l'ipertensione è polmonare

Fonte: Circulation 2011; 123: 2985-2993.

L’ipertensione arteriosa polmonare è una malattia progressiva invalidante e causa di insufficienza cardiaca e morte. È stato eseguito uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo sull’uso di aspirina e simvastatina nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare sottoposti a terapia di fondo. Un totale di 92 pazienti con ipertensione polmonare dovevano essere randomizzati ad aspirina 81 mg o placebo e simvastatina 40 mg o placebo. L'outcome primario era il test del cammino di 6 minuti a distanza di 6 mesi. L’arruolamento è stato fermato a 65 soggetti quando il trial è stato interrotto dal Data Safety and Monitoring Board dopo che un'analisi ad interim ha mostrato l’inutilità della simvastatina nel raggiungimento dell’end point primario. A confronto con il test dei 6 minuti al basale, non vi era alcuna differenza significativa dopo 6 mesi tra l'aspirina (n = 32) e placebo (n = 33) o tra simvastatina (n = 32) e placebo (n = 33). Erano più frequenti gli episodi emorragici con l’aspirina rispetto al placebo (4 contro 1 evento, rispettivamente, p=0,17). In conclusione, né l’aspirina né la simvastatina hanno avuto effetti significativi sul test dei 6 minuti a piedi; quindi questi risultati non supportano il trattamento di routine dei pazienti con ipertensione polmonare con questi farmaci.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA