CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Liraglutide: prima si inizia meglio è!

Fonte: 71st Scientific Sessions 2011 American Diabetes Association.

L’ADA di San Diego ha evidenziato che un trattamento precoce con liraglutide, l’analogo del peptide 1 glucagone simile (GLP-1), migliora il compenso nel diabete mellito di tipo 2 rispetto ad un trattamento iniziato più tardivamente. L’emoglobina glicata è stata ridotta dell’1.55% tra i pazienti naïve da trattamenti con ipoglicemizzanti orali o in terapia con un solo tipo di ipoglicemizzante orale rispetto ad un miglioramento di 1.18% nei soggetti in trattamento con due o più ipoglicemizzanti orali (P<0.0001). Questo studio dimostra che è meglio aggiungere liraglutide 1.8 mg/die precocemente alla terapia antidiabetica, ma che anche l’aggiunta tardiva è comunque utile. Il professor Matthews ha analizzato i dati di una serie di studi su liraglutide con lo scopo di valutare se esista una differenza di efficacia tra l’uso precoce o tardivo di questo farmaco. Sono stati analizzati i dati di 492 pazienti trattati precocemente con liraglutide 1.8 mg; 432 pazienti trattati precocemente con liraglutide 1.2 mg; 355 pazienti trattati tardivamente con liraglutide 1.8 mg e di 28 pazienti trattati tardivamente con liraglutide 1.2 mg. Il 72% dei pazienti hanno raggiunto un valore di emoglobina glicata inferiore a 7% con liraglutide 1.8 mg dato precocemente, rispetto al 49% dei pazienti che erano stati trattati con il farmaco tardivamente (P<0.0001). Circa il 61% dei pazienti trattati precocemente con liraglutide 1.2 mg/die hanno raggiunto un valore di emoglobina glicata inferiore a 7% rispetto al 49% di quelli trattati tardivamente con liraglutide 1.2 mg (P=0.1526), questa differenza non è risultata statisticamente significativa. I pazienti trattati precocemente con liraglutide 1.2 mg/die hanno raggiunto una riduzione del valore di emoglobina glicata di 1.38% rispetto ad una riduzione di 0.82% nei pazienti trattati con 1.2 mg di liraglutide aggiunto tardivamente (P=0.0027). Questi dati, quindi, suggeriscono che l’uso precoce di liraglutide può migliorare il compenso glicemico e la funzionalità beta-cellulare, anche se anche l’aggiunta tardiva può comune essere utile per migliorare il compenso glicemico.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA