CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Segni prognostici nell'embolia polmonare

Fonte: American Journal of Cardiology 2011: 108, 133-140.

Nei pazienti con embolia polmonare qual è il valore prognostico della positività della troponina T e i segni radiologici (evidenzia alla tomografia computerizzata) di disfunzione ventricolare destra?. In questo studio 173 pazienti con embolia polmonare non ad alto rischio, confermata all’angio TC, sono stati valutati retrospettivamente e classificati a rischio intermedio o basso in base ai risultati di tali esami. Diciassette (9.8%) pazienti sono deceduti entro 3 mesi dall’evento acuto. La mortalità nei pazienti a rischio intermedio è risultata più elevata (14-19% rispetto a 2-6%). Il rapporto volume VD-VS>1.5 è risultato fattore predittivo più forte (HR 5.4) rispetto alla sola troponina I. La presenza combinata sia di segni radiologici di disfunzione VD che di positività della Troponina T forniva un valore prognostico incrementale in termini di mortalità rispetto alla positivtà isolata dei singoli fattori.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA