CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Nesiritide nello scompenso cardiaco acuto...risultati deludenti dall'ASCEND-HF!

Fonte: N Engl J Med 2011; 365:32-43.

L’utilizzo della nesiritide è approvato negli Stati Uniti per il trattamento dello scompenso cardiaco acuto; tuttavia, alcuni studi hanno sollevato alcuni dubbi sull’efficacia della terapie e sui possibili effetti collaterali. Nello studio ASCEND-HF (Acute Study of Clinical Effectiveness of Nesiritide in Decompensated Heart Failure), pubblicato il 7 luglio sul NEJM, sono stati arruolati 7.141 pazienti ospedalizzati per scompenso cardiaco acuto e sono stati randomizzati a trattamento con nesiritide versus placebo per 24-168 ore in aggiunta alla terapia standard. La dispnea è migliorata più frequentemente nel gruppo di pazienti trattati con nesiritide (68.2% vs. 66.1% a 24 ore), ma non in modo statisticamente significativo: l’incidenza di riospedalizzazione per scompenso cardiaco e di morte a 30 giorni è risultata pari al 9.4% nel gruppo nesiritide contro 10.1% nel gruppo placebo (differenza assoluta, −0.7 punti percentuali; 95% IC: −2.1 - 0.7; P=0.31), quindi non statisticamente significativa così come l’incidenza di peggioramento della funzionalità renale (31.4% vs. 29.5%; OR 1.09; 95% CI, 0.98 - 1.21; P=0.11).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA