CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Resincronizzazione preventiva dopo infarto miocardico: beneficio tempo dipendente?

Fonte: European Heart Journal Volume 32, Issue 13 Pp. 1614-1621.

Il rimodellamento cardiaco è un processo progressivo che si verifica dopo l’infarto miocardico (IM). Al momento non esistono dati per quanto riguarda il beneficio in relazione al tempo trascorso dall'IM e la terapia di resincronizzazione cardiaca con defibrillatore (CRT-D) in pazienti con cardiomiopatia ischemica (CMI). Il rischio di scompenso cardiaco (HF) o la morte, in funzione del tempo trascorso dal riconoscimento dell'IM ed il trattamento con CRT-D vs defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) come unica terapia, è stato valutato in 704 pazienti con un CMI ed IM documentato, arruolati nel MADIT-CRT e, ulteriormente, in un sottogruppo di pazienti CMI senza un IM pregresso documentato (n = 237). In pazienti con ICD, il rischio aggiustato di scompenso cardiaco o morte è aumentato del 4% (P=0,01) per ogni anno trascorso dall'IM. L'analisi multivariata ha dimostrato che i pazienti con infarto miocardico pregresso [mediana ≥ 8 anni] hanno un beneficio significativamente maggiore di CRT-D [HR = 0,42 (P<0,001)] rispetto a quelli con una più recente infarto miocardico [HR = 1.26 (P=0,35), p-value per l'interazione <0,001]. Coerentemente, il beneficio di CRT-D è stato direttamente correlato ad un aumento dei quartili del tempo trascorso da IM [Q1 (<3 anni): HR = 1.67, P=0,20, Q2 (3-8 anni): HR = 1.12, p=0,71, Q3 (8-15 anni): HR = 0.47, P=0,02, e Q4 (≥ 15 anni): HR = 0.38, p=0,001]. Il sottogruppo ICM senza infarto miocardico documentato ha anche tratto beneficio maggiore da CRT-D (HR = 0.43, p=0,003).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA