CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Mortalità e sanguinamenti legati alla terapia antiaggregante: c’è una correlazione?

Fonte: Am Heart J 2011; 162(1): 98-105.e1.

Questo studio ha valutato l’associazione tra sanguinamenti e mortalità e ha valutato se questa reazione varia tra i pazienti in terapia con doppia antiaggregazione (DAPT) rispetto alla sola aspirina. E’ stata esaminata l’associazione tra sanguinamento moderato o grave e mortalità per tutte le cause, cardiovascolari e per cancro, in 15.603 pazienti con patologie cardiovascolari o multipli fattori di rischio arruolati nello studio CHARISMA (Clopidogrel for High Atherothrombotic Risk and Ischemic Stabilization, Management, and Avoidance). I pazienti con sanguinamento moderato o severo avevano una maggiore incidenza di morte per tutte le cause, per cause cardiovascolari e per cancro (P <0.001 per ciascuna). Dopo un aggiustamento per le diverse variabili, i sanguinamenti moderati e severi restavano indipendentemente associati non solo con tutte le cause di mortalità (hazard ratio [HR] 1.66; 95% intervallo di confidenza [CI] 1.24-2.21) e mortalità per cause cardiovascolari (HR 2.05, 95% CI 1.38-3.04), ma anche per mortalità per cancro (HR 4.76, 95% CI 2.60-8.69). Comunque c’è stata una significativa correlazione tra sanguinamento e terapia antiaggregante: nei soggetti in terapia con la sola aspirina, i sanguinamenti moderati/severi erano associati con morte per tutte le cause (HR 5.27, 95% CI 3.56-7.80), per cause cardiovascolari (HR 4.33, 95% CI 2.55-7.37), e per cause tumorali (HR 9.01, 95% CI 4.41-18.43), questo non si è verificato nei soggetti in terapia con DAPT (morte per tutte le cause: HR 1.48, 95% CI 0.93-2.34; per cause cardiovascolari: HR 1.04, 95% CI 0.58-1.86; per cause tumorali: HR 1.79, 95% CI 0.56-5.74). In conclusione, quindi, in pazienti stabili, un sanguinamento moderato o severo è associato con un significativo aumento di morte per tutte le cause, cardiovascolari e tumorali. Comunque il rischio è differente nei soggetti che assumono la sola aspirina rispetto ai soggetti in DAPT.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA