CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio PURE: farmaci cardiovascolari sottoutilizzati in particolare nelle regioni povere e rurali

Fonte: ESC Congress 2011, Parigi.

C'è un grande divario nell'uso di farmaci di comprovata efficacia in prevenzione secondaria delle malattie cardiovascolari tra paesi ad alto reddito vs paesi a medio-basso reddito e popolazioni rurali. Ecco cosa si evince dall'analisi dei dati dello studio PURE (Prospective Urban Rural Epidemiology) presentato nientepopodimeno che da Salim Yusuf all'ESC 2011 a Parigi e pubblicato in contemporanea da Lancet. L'analisi ha coinvolto 17 paesi ed oltre 150.000 persone (153.996 per l'esattezza) di cui, sulla base delle risposte individuali, 5.650 aveva avuto una precedente manifestazione di coronaropatia e 2.292 aveva avuto un evento cerebrovascolare. Lo studio ha verificato l'uso in questi pazienti (per definizione ad alto rischio) di farmaci di comprovata efficacia come gli antiaggreganti, i beta bloccanti, le statine e gli ACE inibitori/sartani. Diversi i dati interessanti su cui riflettere: i farmaci sono proporzionalmente meno somministrati nei paesi meno sviluppati e meno ricchi, con un calo di frequenza altamente significativa. Questo vale sia nella coronaropatia e sia nel post evento cerebrovascolare (Figura 1). Inoltre, i farmaci non solo sono somministrati con minor frequenza, ma è certamente molto improbabile trovare pazienti in politerapia (Figura 2). Infine, si è riscontrato una differenza significativa nel trattamento tra maschi e femmine, queste ultime trattate in modo molto meno sooddisfacente.

Scarica allegato in PPT - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA