CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

RHYTHM-AF registry: troppe differenze tra pazienti affetti da fibrillazione atriale!!

Fonte: ESC Congress 2011, Parigi.

Il registro RHYTHM-AF è uno studio osservazionale, prospettico, multinazionale in cui sono arruolati 3.943 pazienti adulti affetti da fibrillazione atriale (FA) con cardioversione programmata afferenti a centri universitari o ospedalieri di 10 paesi diversi: Australia, Brasile, Francia, Germania, Olanda, Polonia Spagna, Svezia, UK e Italia. All'ESC 2011 di Parigi sono stati presentati alcuni dati interessanti provenienti da questo registro riguardanti l'impiego di risorse mediche nella gestione ospedaliera dei pazienti nei differenti paesi e le caratteristiche della popolazione arruolata. Dei 2.723 pazienti sottoposti a cardioversione, due terzi (1.795) hanno avuto cardioversione elettrica. In Svezia il maggior numero di cardioversioni elettriche (96%) mentre in Spagna la maggior parte è stato sottoposto a cardioversione farmacologica (94%). Gli esami bioumorali e le procedure diagnostiche sono state effettivamente molto differenti tra i vari paesi. Possibili differenze così ampie tra paesi della UE? In una analisi separata del registro, si sono analizzati i dati relativi alle caratteristiche della popolazione. La maggior parte dei pazienti sono maschi (62%), con una età media di 66 anni. Il 46% dei pazienti è stato ospedalizzato attraverso una unità di cardiologia e il 33% da un pronto soccorso. I soggetti coinvolti nel registro presentano per il 63% ipertensione arteriosa, per il 40% dislipidemia, per il 17% diabete ed il 15% presenta storia di scompenso. I pazienti brasiliani e polacchi sono più frequentemente affetti da scompenso cardiaco (28% e 24% rispettivamente) e diabete (31% e 21% rispettivamente) mentre 3 su 4 soggetti arruolati in Brasile, Germania, Polonia ed Italia sono affetti da ipertensione arteriosa. La cosa veramente importante, inoltre è che il CHADS2 score varia moltissimo da 3 a 6 da paese a paese. Con un follow up adeguato sicuramente i dati saranno utili per verificare se queste differenze sono realmente consistenti con le caratteristiche della poplazione di ogni singolo paese o se abbiamo ampi margini di miglioramento nella gestione della FA.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA